3. Gente di Aliano, Gente ad Aliano/La Donna che vuole la luna

La Donna Calanco
La Donna Calanco

Nelle ore della prima notte, le due lune si sono messe sulla stessa linea. Si sono cercate. Un cammino assieme verso il cielo che non riusciva a diventare scuro. Il chiarore che resisteva al buio, il riflesso della terra. La Donna Calanco era bellissima e la sua fatica sorreggeva la luna, aiutandola a sorgere, ad affiancarsi alla sorella che stava molto più in alto. La Donna Calanco dava forza. Sotto la grande gonna, le gambe erano ben piantate sui mattoni della casa in bilico.

La Donna Calanco
Gli auguri alla Donna Calanco

Adesso, a giorni di distanza, mi chiedo se la Donna Calanco sia ancora lì, in un vicinato del paese, al confine fra le case e il paesaggio dei calanchi. Mi chiedo se Carlo Levi sia passato a dare un’occhiata. Mi chiedo se la gente di Aliano, passato l’uragano della festa e il passeggio dei forestieri, sia andata fino alle vecchie case per toccare quella strana donna rimasta lì, solitaria e bellissima.

La Donna Calanco
La Donna Calanco

Non riesco a muovermi da questo piccolo spazio del paese. Lo hanno chiamato Salotto di Paglia, un buon nome. Chissà chi abitava qui. Mi fermo in questa aia di casa, cinque metri quadrati, fra le cene della musica di Claudia e le mani di colla e farina di Deni Bianco e Francesco Lippolis.

La Donna Calanco, Deni e Francesco
La Donna Calanco, Deni e Francesco

Cartapestai di Putignano, cittadina del mare. Là non sono mai stato. Claudia, a volte, mi parla di questa sua città e delle donne che fanno le orecchiette. A Putignano si festeggia il carnevale da 621 anni. Deni ha 40 anni e il suo gruppo, da un po’ di tempo, vince il premio per il carro più bello. Una nuova generazione che ha scelto il mestiere della cartapesta. Guardo la sua gente muoversi fra carta e colle. Guardo i pennelli, le mani che si muovono, l’attenzione, la cura. La Donna sale le scale della casa in bilico, si affaccia sui valloni, diventa paese, si illumina, ma non vuole spiccare il volo, vuole rimanere nella terra, nella carta e argilla, non vuole lasciare le mani di Deni e Francesco. Vuole che la luna faccia il suo viaggio.

La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
La Donna Calanco
print

2 pensieri riguardo “3. Gente di Aliano, Gente ad Aliano/La Donna che vuole la luna

  • 30 Agosto 2015 in 9:30
    Permalink

    Bellisima idea! Complimenti agli organizzatori! Vorrei che questo genere di “spettacolo” si diffondesse nelle numerossisime piazze italiane d’estate!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.